Istituto Tecnico per Geometri

L’ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI

Come suggerisce il termine (geo=terra e metros=misura) la professione del
geometra è strettamente legata al mondo rurale ed a quello edile in generale.
La preparazione specifica del diplomato geometra si basa prevalentemente sul possesso
di capacità grafico-progettuali relative ai settori del rilievo e delle costruzioni e di concrete
conoscenze inerenti l’organizzazione e la gestione del territorio.

I tecnici diplomati che escono dall’Istituto tecnico per geometri hanno una preparazione
che consente loro di impegnarsi nelle seguenti attività:

- manutenzione, conservazione, recupero, gestione, ammodernamento e
qualificazione del patrimonio edilizio esistente;
- gestione corretta delle risorse ambientali con il sussidio delle moderne tecniche di
rilievo, con particolare attenzione alla valutazione di impatto ambientale;
- prestazioni nei settori tecnici degli enti pubblici (Catasto, Regione, Comuni, Genio
Civile, Comunità Montane, ecc.);
- organizzazione, assistenza, gestione e direzione di cantiere, anche in gruppi di
lavoro;
- organizzazione ed esecuzione di computi metrici estimativi e compilazione dei
registri di cantiere, anche con l’ausilio di mezzi informatici;
- effettuazione di rilievi utilizzando metodi e tecniche tradizionali e innovative, con
applicazioni relative alla rappresentazione del territorio urbano ed extraurbano;
- attività in ambito estimativo civile e catastale, con particolare riguardo alle
operazioni topografiche.
La recente legislazione per il riordino degli Istituti tecnici (D.P.R. 15 marzo 2010, n.
88) ha stabilito il nuovo profilo delle competenze, di seguito esplicitato, il Perito
delle Costruzioni, Ambiente e Territorio (GEOMETRA) che rappresenta una
moderna e valida figura professionale, per il corretto sviluppo urbano e per l’utilizzo e
la conservazione del territorio connesso agli insediamenti urbani:
- ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati
nelle industrie delle costruzioni, nell’impiego degli strumenti di rilievo, nell’uso dei
mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione
tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo
ottimale risorse ambientali;
- possiede capacità grafiche e progettuali in campo edilizio e nell’organizzazione del
cantiere, nella gestione degli impianti, nel rilievo topografico, nella stima di terreni
e fabbricati e delle altre componenti del territorio, nei diritti reali che li riguardano,
nell’amministrazione di immobili e nello svolgimento di operazioni catastali;
- nei contesti produttivi d’interesse, esprime le proprie competenze nella
progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi mentre opera in
autonomia nel caso di organismi di modesta entità;
- opera autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell’esercizio di
organismi edilizi e nella organizzazione di cantieri mobili; relativamente ai
fabbricati interviene nei processi di conversione dell’energia e del loro controllo, è
in grado di prevedere, nell’ambito dell’edilizia eco compatibile, le soluzioni
opportune per il risparmio energetico nel rispetto delle normative sulla tutela
dell’ambiente;
- la sua formazione sistemica gli consente di spaziare tra le sue conoscenze fino ad
arrivare alla pianificazione ed alla organizzazione di tutte le misure opportune in
materia di salvaguardia della salute nei luoghi di vita e di lavoro;
- esprime le proprie competenze nella pianificazione delle attività aziendali,
relaziona e documenta le attività svolte;
- conosce ed utilizza strumenti di comunicazione efficace e team working per
operare in contesti organizzati.
Amministrazione Trasparente
banner-informatore
banner libri_16-17

piante off
riqualifica verde

Partner

syngenta-ag-logo logo proseme